Gary Caos: un dj deve soprattutto innovare

Gary Caos: un dj deve soprattutto innovare

Gary Caos, dj producer emiliano, ha realizzato una intervista interessante. Più che per promuovere le sue mille attività (tra cui i tanti dischi come produttore, Party Virtuale, il podcast Casa Caos, in FM su Punto Radio a Bologna, Punto Caos...) ha voluto raccontare il suo modo particolare, decisamente creativo e a volte critico, di vedere il mondo. 

"Credo che un dj debba fare prima di tutto innovazione e sperimentazione", spiega nell'intervista che trovate a questo link: bit.ly/garycaosalladiscoteca. "In giro ne vedo poche e non mi piace. Un dj non deve fare l'esecutore e basta. Deve avere una sua originalità". 

E ancora: " A me, più che il successo 'solista', interessa molto il concetto di condivisione. Mi rende felice condividere e dare spazio anche ad altre persone. Guarda caso, i progetti che seguo in questo periodo sono quasi tutti collettivi". Tutta l'intervista è disponibile qui: bit.ly/garycaosalladiscoteca

Secondo Gary Caos, troppo spesso dj e locali puntano troppo sullo show e troppo poco sull'originalità del contenuto musicale: "Tra mille dj set tutti uguali chiunque sceglie quello ripreso meglio perché più spettacolare. Ovviamente, per fortuna ci sono eccezioni, tipo Bob Sinclar, che si è ripreso per mesi in casa con il suo manichino. Lui è un esempio di dj che punta da sempre all'immagine, certo… ma prima di tutto alla musica".


Post popolari in questo blog

BENEFIT EVENT) Song, Dance & Love for Haiti with an All Star DJ Lineup Sunday January 24 at Cielo New York on Sunday 24/01/2010

The Sunshine Djs - Music in Me

“La tutela della vittima, Oltre il Genere”, l'1/12 la Diretta Facebook dalla pagina di Umberto la Morgia