Passa ai contenuti principali

Audient presenta iD14 ed EVO 4

Il rinomato produttore britannico specializzato in hardware e recentemente ha sbaragliato la concorrenza di molti marchi legati al mercato delle schede audio di livello medio e professionale

 

Grazie alla vendita della iD14 e della ancora più recente EVO 4, Audient alza la qualità mantenendo i prezzi bassi. Facendo una serie di prove, ormai documentate dai più attenti e meticolosi beta tester, emerge che la casa di Hampshire si sta sempre più indirizzando verso l'arduo e sottile compromesso qualità/prezzo dando vita a strumentazioni che sulla carta non hanno nulla da invidiare a macchine dai prezzi inaccessibili.
L'interfaccia iD14 (a 225 euro) offre due canali con le classiche preselezioni microfoniche per console che offrono 10 in / 4 out con convertitori AD Burr-Brown, il tutto in un desktop compatto ed elegante. Le caratteristiche principali includono anche un ingresso JFET DI (transistor digitale a effetto di campo), l'espandibilità ADAT, la manopola control room in pieno stile console, un software intuitivo e la rivoluzionaria modalità ScrollControl.

 

"Le preselezioni microfoniche di classe A utilizzate sono esattamente ciò che la gente ci chiedeva da tempo", ha detto Tom Waterman, direttore tecnico di Audient. "Inoltre, abbiamo fatto un attento lavoro per arrivare a dei convertitori che reputiamo perfetti e che generano una potenza sonora assoluta". Era una sfida che il brand inglese aveva accettato da tempo e che ha vinto: "Le prestazioni audio della iD14 non le può vantare nessun'altra interfaccia audio nella fascia di prezzo che oscilla nella media dei 200 euro".
Non è finita: il sistema ScrollControl trasforma il controller legato al volume in una manopola di scorrimento virtuale che offre una gestione del lavoro molto più facile, pratica e completa"Con il semplice tocco di un pulsante si possono regolare le DAW, i parametri dei plug-in, le app del mixer e persino scorrere la libreria iTunes e i browser web, proprio come se si stesse regolando una componente attraverso un hardware", aggiunge Waterman. Quando non si utilizza ScrollControl, il pulsante iD può anche essere assegnato per abilitare le funzionalità di controllo dei monitor, quello dei DIM, dei CUT, invertire le polarità, attivare il tasto Mono, il Talkback e il Cue, proprio come la versione iD22.

 

"Le prestazioni audio di iD14 sono le migliori di qualsiasi interfaccia alimentata da bus, nella sua categoria. Abbiamo impiegato molto tempo a ottimizzare il layout del convertitore Burr-Brown, ascoltando ogni parte sonora durante i test di ascolto e prestando molta attenzione agli alimentatori multistadio per l'abbinamento dei suoni. Allo stesso prezzo, la scheda offre anche un'espandibilità ADAT. Con l'aggiunta di un pre permicrofoni esterno, come l'ASP800, si può arrivare fino a 10 ingressi, se si deve registrare una batteria o se si ha semplicemente bisogno di più canali", precisa Simon Blackwood di Audient. EVO 4 invece offre tutt'altro livello di versatilità ed esperienza utente con una schietta intenzione: rendere la registrazione estremamente facile e mobile. Con l'aumento del podcasting, dello streaming e dei giochi, insieme alla continua rapida espansione della registrazione casalinga, il nuovo concetto di Audient è quello di progettare attrezzature a prezzi più che accessibili: terribilmente competitivi. Il direttore marketing dell'azienda, Andy Allen, crede che la tecnologia non dovrebbe ostacolare il processo creativo: "Dovrebbe migliorarlo ed essere accessibile a tutti. Una delle funzionalità più particolari di EVO è la Smartgain, che imposta automaticamente i livelli di guadagno quando s'inizia a suonare o cantare, ed è ottima per i neofiti ma anche per i professionisti che prediligono la gestione manuale".
La gamma EVO offre alte prestazioni. La EVO 4 incarna tutte le doti possibili: le dimensioni (14 x 6,7 x 6,7 centimetri per 600 grammi di peso) e il prezzo (119 euro) sono ridotti all'osso. Tutti i nuovi preamplificatori microfonici hanno un range di guadagno di 58dB, i convertitori sono di classe alta con una gamma dinamica di 113dB (JFET DI). In aggiunta ci sono: Smartgain, Smart Touchpoint, uscite per altoparlanti/cuffie, latenza ultra bassa (4 ms), mix per i monitor e funzionalità loopback. La scheda integra Bus USB 2.0 alimentato, software gratuito di gestione più plugin creati ad hoc, frequenza di campionamento di 24 bit 96 kHz ed è conforme alla classe USB-C.

 



Post popolari in questo blog

10/7 per La Milanesiana allo Spazio Teatro No'Hma - Milano una serata dedicata a Joyce

10/7 per La Milanesiana allo Spazio Teatro No'Hma - Milano una serata dedicata a Joyce LA MILANESIANA, ideata e diretta da Elisabetta Sgarbi, in collaborazione con Spazio Teatro No'hma Teresa Pomodoro, presenta una serata dedicata al gigante della letteratura JAMES JOYCE, nell'anno in cui il romanzo "Ulisse" festeggia i 100 anni dalla prima edizione integrale, il 10 luglio allo Spazio Teatro No'hma di Milano (via Orcagna, 2). L'appuntamento si apre con l'introduzione di Elisabetta Sgarbi e il prologo dell'autrice e esperta di letteratura contemporanea Giuliana Bendelli. Segue lo spettacolo di e con Mauro Covacich  (nella foto),"Joyce", a cura di Massimo Navone, produzione Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia. Partendo da un approccio autobiografico, Covacich metterà in luce i tratti umani ed artistici di quello che può essere considerato il primo scrittore performer, un uomo che ha subito quindici operazioni agli occhi e ha dato vita

Samuele Sartini fa ballare Palermo... e la sua "Love You Seek 2k18 Rework" spinge forte

Samuele Sartini fa ballare Palermo... e la sua "Love You Seek 2k18 Rework" spinge forte Il nuovo anno per il dj producer italiano Samuele Sartini è iniziato sotto i migliori auspici. Il suo nuovo singolo "Love You Seek", un rework 2018 di un brano che oggi valorizza ancora di più la voce splendida di Amanda Wilson, va alla grande. Per presentarlo Samuele è stato ospite a Radio 105, a m2o, a Radio Studio Più e in tante altre situazioni...  "Love You Seek 2k18 Rework" è pure stato utilizzato spesso in tv (Verissimo su Canale 5, etc) ed è top tune of the week 4/2018 di 105 in da Klubb. E non è tutto: ogni settimana da fine gennaio sarà guest pure special guest due volte al mese una radio internazionale importante, Revolution 93.5 FM, che trasmette da Miami.  Il 3 febbraio, infine, Samuele Sartini torna a far ballare la Sicilia. Infatti è dj guest del Carnival Chic Party dello storico Country Club di Palermo, disco in cui si esibisce per la prima volta con il

Mitch B.: ottimi risultati su Beatport per "Strike It Up" e il remix di "Into The Groove"

Mitch B.: ottimi risultati su Beatport per  "Strike It Up" e il remix di  "Into The Groove" Mitch B. , dj producer italiano spesso attivo anche all'estero, anche in questo periodo difficile, continua a produrre musica che raccoglie ottimi risultati in tutto il mondo. La sua "Strike It Up", prodotta con Meters Follow e pubblicata su Jango Music, è attualmente al 14esimo posto della Beatport Hype House Chart. "Strike It Up" è una cover del classico dei Black Box. "E' un forte connubio di piano e groove per creare pura musica House" , racconta Mich B. "E' una canzone fresca, perfetta per ogni primavera" -  Inoltre, il remix che ha realizzato con Gary Caos e Zen di "Into The Groove", prodotta da Joe Vinyle e Relight Orchestra, è al 93esimo posto della Beatport Funky Groove Jackin House Chart.  Mitch B.: photo hi res, media info  http://lorenzotiezzi.it/mitch-b-dj/ Meters Follow ,  MITCH B. DJ  - Strike It Up