Passa ai contenuti principali

Marco Pintavalle: fare il dj non è solo premere il tasto Play

Marco Pintavalle: fare il dj non è solo premere il tasto Play

Abbiamo intervistato Marco Pintavalle, dj siciliano sempre impegnato a far scatenare i top club della sua regione e non solo. Il suo singolo più recente è "I Ain't Here For You", uscito su Ego e la sua estate sarà decisamente piena di ritmo ed eventi in giro per il Bel Paese. Cercatelo sui social per sapere dove suona, perché quando in console c'è lui non divertirsi è semplicemente impossibile. Segnatevi intanto questa data: il 30 maggio Marco Pintavalle è al Movida Pub di Castelrimini per il Taratà party.

Come hai iniziato a fare il dj? 
A 13 anni mixavo già le cassette. Poi ho continuato con i primi cd portatili... con i lettori professionali è decisamente più facile!

Che rapporto hai con la musica quando non lavori? Cosa ascolti al mattino, di sera, di notte?
 Quando non lavoro ascolto molto musica rilassante, dai classici italiani, alla pop. Non ascolto di sicuro musica dance e reggaeton, come credo sia naturale. 

Il tuo primo concerto? La tua prima volta in discoteca? La tua prima volta in console? 
Dal vivo ho ascoltato per la prima volta Claudio Baglioni, fu una grande emozione. La mia prima volta fu a una delle tante feste private che frequentavo con gli amici. La prima volta in discoteca? Non me la ricordo! Non ho una buona memoria. 

Come selezioni invece la musica che proponi durante le tue serate come dj? Musica commerciale, molti mash up con rifacimenti di track di oggi, o rifacimenti storici dagli '70 '80 e '90. Credo ci sia un grande ritorno al passato in questo periodo. 

Oggi ci sono tanti "celebrity dj", è vero, ma solo chi riesce a far divertire il pubblico fa il "celebrity dj" a lungo... oppure no? 
Non so. Mi sembra che troppo spesso abbiano successo più i personaggi che gli amanti della musica. Si tende a far scena, a far tutto, tranne che far musica.

Fare il dj sembra molto facile e comodo, ma è davvero così?
Fare il dj sembra a molti arrivare alle 23 in discoteca e toccare il tasto Play.  Posso garantire che dietro c'è un duro lavoro. Dalla programmazione alla fase organizzativa.

Quali sono le tue influenze musicali come dj? E i dj che stimi di di più da sempre?

Da sempre seguo la pista, cerco di capire cosa emozioni le persone. In generale, il mio sound è decisamente commerciale. Tra i dj che stimo di più ci sono Dj Snake, Swedish House Mafia E David Guetta. 

Ci racconti quali sono gli artisti che invece ti hanno segnato di più in ambito pop, rock e tutto quello che non è musica da ballo? 

David Guetta e Bob Sinclar tra i nomi internazionali. Ma quando ero un ragazzino il mio mito era Tony H, dj che da Radio Italia Network proponeva ogni tipo di musica elettronica. 


Post popolari in questo blog

Samuele Sartini fa ballare Palermo... e la sua "Love You Seek 2k18 Rework" spinge forte

Samuele Sartini fa ballare Palermo... e la sua "Love You Seek 2k18 Rework" spinge forte Il nuovo anno per il dj producer italiano Samuele Sartini è iniziato sotto i migliori auspici. Il suo nuovo singolo "Love You Seek", un rework 2018 di un brano che oggi valorizza ancora di più la voce splendida di Amanda Wilson, va alla grande. Per presentarlo Samuele è stato ospite a Radio 105, a m2o, a Radio Studio Più e in tante altre situazioni...  "Love You Seek 2k18 Rework" è pure stato utilizzato spesso in tv (Verissimo su Canale 5, etc) ed è top tune of the week 4/2018 di 105 in da Klubb. E non è tutto: ogni settimana da fine gennaio sarà guest pure special guest due volte al mese una radio internazionale importante, Revolution 93.5 FM, che trasmette da Miami.  Il 3 febbraio, infine, Samuele Sartini torna a far ballare la Sicilia. Infatti è dj guest del Carnival Chic Party dello storico Country Club di Palermo, disco in cui si esibisce per la prima volta con il

10/7 per La Milanesiana allo Spazio Teatro No'Hma - Milano una serata dedicata a Joyce

10/7 per La Milanesiana allo Spazio Teatro No'Hma - Milano una serata dedicata a Joyce LA MILANESIANA, ideata e diretta da Elisabetta Sgarbi, in collaborazione con Spazio Teatro No'hma Teresa Pomodoro, presenta una serata dedicata al gigante della letteratura JAMES JOYCE, nell'anno in cui il romanzo "Ulisse" festeggia i 100 anni dalla prima edizione integrale, il 10 luglio allo Spazio Teatro No'hma di Milano (via Orcagna, 2). L'appuntamento si apre con l'introduzione di Elisabetta Sgarbi e il prologo dell'autrice e esperta di letteratura contemporanea Giuliana Bendelli. Segue lo spettacolo di e con Mauro Covacich  (nella foto),"Joyce", a cura di Massimo Navone, produzione Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia. Partendo da un approccio autobiografico, Covacich metterà in luce i tratti umani ed artistici di quello che può essere considerato il primo scrittore performer, un uomo che ha subito quindici operazioni agli occhi e ha dato vita

Mitch B.: ottimi risultati su Beatport per "Strike It Up" e il remix di "Into The Groove"

Mitch B.: ottimi risultati su Beatport per  "Strike It Up" e il remix di  "Into The Groove" Mitch B. , dj producer italiano spesso attivo anche all'estero, anche in questo periodo difficile, continua a produrre musica che raccoglie ottimi risultati in tutto il mondo. La sua "Strike It Up", prodotta con Meters Follow e pubblicata su Jango Music, è attualmente al 14esimo posto della Beatport Hype House Chart. "Strike It Up" è una cover del classico dei Black Box. "E' un forte connubio di piano e groove per creare pura musica House" , racconta Mich B. "E' una canzone fresca, perfetta per ogni primavera" -  Inoltre, il remix che ha realizzato con Gary Caos e Zen di "Into The Groove", prodotta da Joe Vinyle e Relight Orchestra, è al 93esimo posto della Beatport Funky Groove Jackin House Chart.  Mitch B.: photo hi res, media info  http://lorenzotiezzi.it/mitch-b-dj/ Meters Follow ,  MITCH B. DJ  - Strike It Up