Charleston The Club: 2/10 Spoon con Claudio Coccoluto, 3/10 Heaven Party, 9/10 Boosta (Subsonica)

Charleston The Club: 2/10 Spoon con Claudio Coccoluto, 3/10 Heaven Party, 9/10 Boosta (Subsonica)

Charleston The Club inaugura la sua stagione autunno inverno 2015-16 con due party nuovi di zecca: il venerdì sera Spoon, che il 2/10 vede al mixer un mito tutto italiano come Claudio Coccoluto, ed il sabato sera Heaven, quando le sonorità diventano più easy. Già programmato un party molto atteso per il 9/10 quando in console per il party Spoon arriva Boosta dei Subsonica. Al Charleston di Treviglio (BG) è possibile vivere serate che iniziano all'ora dell'aperitivo e continuano fino a notte fonda, visto che è anche un ottimo ristorante e non solo una disco.

Charleston The Club
via Rossaro 28 24047 Treviglio (BG) A35: Treviglio
Aperto tutto l'anno ogni weekend, dalle 20 e 30 a notte fonda
Charlie ristorante aperto a pranzo 
3666279139, 3465711175 

2/10 Claudio Coccoluto @ Spoon c/o Charleston Treviglio (BG)
Ecco come gli organizzatori presentano la festa: "Se ci fermassimo a pensare come tutto è iniziato, un garage, un capannone abbandonato, gli '80, New York, Chicago, la folla, un disco e una puntina. Materia, che si trasforma in suono, e finisce in emozione. Sono passati più di 30 anni, molte cose si sono evolute, ma il principio è rimasto sempre lo stesso. Spoon. Raccogliamo ciò che è stato seminato in principio. Lo riportiamo in essere. Ritroviamo la vera essenza da cui tutto è iniziato: il club, e la sua House Music. Info: 345-3080410 / 333-5669877 18 € uomo con drink / 13 € donna con drink chiusura liste entro le una. Evento Facebook: https://www.facebook.com/events/1004695186242246/ Prima del dj set di Claudio Coccoluto c'è il live set di Daniele Bellitto.  Biografia Claudio Coccoluto (www.facebook.com/djcoccoluto) "Avrei potuto fare l'architetto, lo dico perché facendo il DJ non sono andato poi così lontano. In console mi trovo a dare forma, attraverso il suono organizzo lo spazio". Claudio Coccoluto, il DJ, 45 anni si muove con esperienza e saggezza ma con l'energia e la passione dei vent'anni tra le console di tutto il mondo. All'inizio della storia quando comprò il primo disco della sua vita, Goats Head Soup dei Rolling Stones, la musica lo aveva già conquistato. Durante gli anni passati nel negozio di suo padre fino all'acquisto del primo campionatore è tutto un pensare, un creare, un disegnare la rotta. Consapevole che la musica è il suo linguaggio, il suo codice per comunicare con il mondo. Dalla musica arrivano infinite possibilità per "giocare" con la realtà, inizialmente non pensava di fare il dj, comprava dischi rock e leggeva giornali musicali. A tredici anni con i suoi vinili si presentò in una piccola radio locale e gli affidarono subito il programma della sera dalle 20.00 alle 21.00. La sua programmazione era tutta orientata al rock, poi grazie alla prima elettronica e alla scoperta delle produzioni di Giorgio Moroder approda nella "ballabilità". Tutta la sua carriera è segnata dalla scoperta, dal desiderio di arrivare in territori nuovi per organizzare nuove sfide. Alla fine degli anni '70 conosce Mozart e Daniele Baldelli, due personaggi che cominciavano a rendere interessante il mestiere del dj, quell'arte che permette di suonare contemporaneamente due vinili facendoli diventare un altro suono. Intuì che fare il dj aveva in sé qualcosa di creativo, che il dj può liberare la musica dai vincoli dei generi, dai blocchi accademici di cui sono schiavi molti musicisti. Seguendo la musica era arrivato a un linguaggio libero e universale, che prometteva nuovi e infiniti approdi. La musica é la mia giornata. La occupa, la invade. E non solo la notte quando metto i dischi nei club, ma anche quando, appena, sveglio, mi applico ai piatti e al mixer per provare. Ascolto per ore nuovi brani, musiche inedite, artisti ai primi passi scovati su internet nei tanti siti on line. Poi ci sono gli esordienti che mi mandano i loro lavori e chiedono pareri, attenzione e anche, naturalmente, indicazioni. Ogni giorno è l'occasione per riflettere sul futuro del lavoro del dj, se sia davvero in sintonia con una età anagrafica che ha superato i 40 anni'. Claudio Coccoluto seguendo la strada della musica è diventato il DJ, instancabile alchimista del suono che ha portato il djing italiano ai vertici della scena internazionale. "l'italiano artista" (come è stato definito da alcuni magazines internazionali) ha creato uno stile universale.

9/10 Boosta from Subsonica @ Charleston The Club Treviglio (BG)
Davide Dileo (aka Boosta) è un musicista, dj, compositore, scrittore, editore,  conduttore televisivo, produttore e pilota. E' nato a Torino il 27 settembre 1974. Dopo gli studi di pianoforte al conservatorio, inizia l'esperienza sui palchi a soli quattordici anni; nel 1996 è co-fondatore dei Subsonica, la più famosa band alternative rock italiana, con all'attivo sei album di studio (tre dischi di platino, quasi 500.000 copie vendute) e tre cd live di cui uno doppio, nonchè una lunga lista di premi (Premio Amnesty Italia, MTV Europe Music Award, Premio Italiano della Musica, Italian Music Awards, Premio Grinzane Cavour e innumerevoli altri). L'attività live della band (numerosissimi i concerti  effettuati negli anni, per un pubblico complessivo di piu' di mezzo milione di persone) è proseguita quasi ininterrottamente, dagli esordi a oggi. L'universo musicale di Boosta è eterogeneo e costellato di progetti diversi: a partire dai meno recenti Iconoclash (Sony) nel 2004 (rivisitazione in chiave elettronica dei classici del glitter pop italiano degli anni '80) e Caesar Palace (Universal), rock album del trio formato insieme a due componenti dei Linea77, proseguendo con numerse altre, tra cui vale la pena di ricordare la partecipazione a un volume di Paris Dernière, la celebre selezione "french touch" delle cover più cool realizzate nel mondo (Boosta è presente con la sua interpretazione di "Fly me to the Moon" di Frank Sinatra, scelta anche per il cd "best" al secondo posto in compagnia di Joey Ramone). Come remixer ha rielaborato le canzoni di artisti italiani (Vasco Rossi, Morgan, Cristina Donà…) e internazionali (Placebo, Beastie Boys, Client, Depeche Mode, Skin, Jackson's Five…). Collabora spesso con Andrea Bertolini (tra I remix realizzati insieme, anche il singolo "Happy Sundays" con PlayPaul, pubblicato da Btwisted Records, l'ep "Fake World vol.1" e  "Stalker" per l'etichetta culto Ultra Records). Nel 2012, su richiesta della Sugar di Caterina Caselli, partecipa al progetto DISCOverITALY, remixando in chiave disco i più grandi successi pop della musica italiana degli anni '70 e '80. La carriera da DJ lo vede di continuo dietro la consolle dei migliori club ogni weekend dell'anno: da Ibiza a Zurigo passando per le più importanti situazioni elettroniche d'Italia. Ha pubblicato 12" per Ultra Records, Mantra Vibes, Ocean Dark, Toast Hawaii, Mute fino ai progetti in divenire per Stereo7 e altri. Come autore e compositore ha scritto per: Mina (due brani: "Non ti voglio più" inserito nell'album "Facile" del 2009 e "La clessidra" per l'album "Caramella" del 2010), Malika Ayane  (il brano "Shine" nel disco "Ricreazione"del 2012, in cui Boosta è presente anche per  l'arrangiamento di "Guess What???").
Ha realizzato una cover del brano culto di Enrico Ruggeri "Il Mare D'Inverno", inserita nel disco-tributo al cantautore milanese "Le Canzoni ai Testimoni" (2011). Nel 2012 una sua canzone viene scelta come brano ufficiale della campagna Telethon: è "Io Esisto" con parole di Francesco Tricarico e produzione artistica dello stesso Boosta. Ha scritto con Skin degli Skunk Anansie il brano "The Last 1con" diffuso solo sul web. L'impegno come produttore artistico si evolve in maniera naturale: EMI, etichetta discografica dei Subsonica gli chiede nel 2012 di pensare a un brano per Jessica Brando, giovanissima interprete anche lei di casa EMI e in cerca di una definizione artistica più matura: la canzone "Sei", con musica, arrangiamenti e produzione artistica di Davide Dileo (e testo della stessa Brando), pubblicato su iTunes sotto lo pseudonimo "b+B" ottiene un buon riscontro di pubblico e critica. Sempre nel 2012 inizia il lavoro di produzione artistica con Erica Mou, giovane artista dell'etichetta SUGAR. Per lei scrive due brani e cura il suono di tutto l'album, in uscita nel 2013. L'attività di scrittore è in continuo movimento. L'esordio letterario in forma di raccolta di racconti brevi "Dianablu" del 2003 è seguito dal serratissimo romanzo "Un'ora e mezza" (due edizioni e da cui verrà realizzato un film). Nel 2011 esce (per Einaudi – Stile Libero) "Un Buon Posto Per Morire", scritto a quattro mani con Tullio Avoledo, e definito dallo stesso Boosta  un romanzo storico sulla fine del mondo. Il libro riceve il Premio Salgari come miglior romanzo d'avventura nel 2012. Dello stesso anno è la pubblicazione di "Toc Toc – Storie di bambini, magie e capricci" (per Giunti), il suo primo libro per bambini, che riceve da subito un'ottima accoglienza. L'attività di scrittura lo porta alla sceneggiatura e regia del documentario "Surfin' Torino", in collaborazione con la regista Chiara Pacilli, prodotto da Rai Cinema. L'esperienza fortunata con Chiara Pacilli ha seguito nel 2011, con l'uscita di "Ho Visto Cose", nuovo documentario sulla Torino Magica di cui Boosta cura tutte le musiche originali, oltre a offrirsi amichevolmente come interprete. Nel 2010 diventa direttore artistico di "Bookstock", lo spazio dedicato dal Salone del Libro di Torino dedicato ai ragazzi. Da novembre 2007, inizia a collaborare come editorialista con la rivista di musica XL/Repubblica di cui cura la rubrica mensile di chiusura, "Piombo", fino a tutto il 2012. Nell'autunno del 2008 aveva intrapreso  anche la collaborazione con il quotidiano "La Stampa". In radio: nel 2009 va in onda su m2o "L'Alfabeto degli assassini". Storie verosimili di crimini realmente avvenuti, narrate da Boosta in prima persona tra rock ed elettronica. Dal progetto verrà realizzato un libro. Nel 2010 è al timone insieme a Benedetta Mazzini del pomeriggio di Rai Radio 2 con il programma "Coppia Aperta" in onda sabato e domenica alle 17.00. Dal 2010 Davide Dileo è anche editore: d'intesa con Michele Dalai e Andrea Agnelli dà vita a ADD, casa editrice votata eminentemente alla pubblicazione di saggistica contemporanea, con nomi di altissimo profilo. Per il lancio di ADD è stata scelta la pubblicazione del libro Di sana e robusta Costituzione: un dibattito a due voci tra il procuratore capo della Repubblica Giancarlo Caselli e l'ex capo dello Stato Oscar Luigi Scalfaro, seguito dall'edizione italiana del successo editoriale francese "Indignatevi!" e da numerosi piccoli e grandi casi editoriali. In televisione, a febbraio 2009 Boosta inzia l'avventura alla guida della nuova stagione di "25a Ora Il Cinema Espanso", il programma di culto per gli amanti del cinema, ogni venerdì e sabato all'1.30 circa su La7. Nel 2012 viene scelto come volto del nuovo canale culturale di Sky, SKY ARTE HD, e gli viene affidato un programma quotidiano  dal titolo "Boo(k)sta: Libri in musica", in onda in prima serata dal 30 gennaio 2013. Boosta racconta i suoi libri preferiti in modo originale, componendo ogni volta una colonna sonora inedita per ciascun libro. Boosta è pilota privato, e sta studiando per il conseguimento del brevetto come pilota di linea. Davide Dileo è anche, e soprattutto, padre di due bambine.

░░░░░░░░░░░░░░░░░░░░░░░
from ltc (lorenzo tiezzi comunicazione) +39 339 3433962 lt@lorenzotiezzi.it  photo hi res www.lorenzotiezzi.it - no spam: basta comunicati? rispondici stop (decreto legislativo n. 196/2003). check our clubbing blog www.alladiscoteca.com
░░░░░░░░░░░░░░░░░░░░░░░

Post popolari in questo blog

Hollywood Bardolino: dopo l’apertura ecco un’altra novità

Fiftyfive, e l'aperitivo diventa un sogno

Modus Dj, il sound di Milano è funky, house e ricercato