Le novità di Dna Dance Dept

In attesa dello speciale set di Marco Passarani ad Italia Wave 2009
nella sera di Kraftwerk e Aphex Twin, per 3D – Dna Dance Department
il 2009 si presenta già come un anno particolarmente significativo

Un dj set particolare, pronto a prendersi dei rischi e ad esplorare
con spirito avventuroso le frontiere, sia stilistiche che
cronologiche, della musica degli ultimi decenni: il grande
"scienziato dell'elettronica" Marco Passarani, uno dei padri della
techno italiana, avrà l'onore e l'onere di legare tra loro con le sue
selezioni i set di Aphex Twin e dei Kraftwerk sabato 18 luglio a
Livorno, nella cornice di Italia Wave, in una delle serate italiane
più importanti di sempre per la musica elettronica.

Lo spirito con cui Passarani sperimenterà e attraverserà stili e
storie, sempre all'insegna della cura e della ricerca qualitativa, è
lo stesso che attraversa 3D, il dance department di DNA Concerti.
Ancora a metà anno, è già possibile tracciare un bilancio molto
importante: il 2009 si è rivelato per 3D un anno di grandi
soddisfazioni, a coronamento di una crescita tanto veloce quanto
solida e significativa. Segno che la volontà di un approccio mirato
al mondo del booking nella musica elettronica, selezionando i nomi
secondo i propri gusti prima ancora che secondo le proprie
convenienze e ponendo grande attenzione alla correttezza e alla
professionalità nei rapporti con artisti e promoter, può essere anche
in Italia una scelta vincente.

Oltre alle moltissime serate nei club italiani, davvero significativa
è stata e sarà la presenza nei principali festival. A Dissonanze, lo
scorso maggio a Roma, si è avuta l'opportunità di presentare le
frange più creative ed avanguardistiche del nuovo hip hop grazie ai
set di Flying Lotus e Gaslamp Killer. A Milano, a Maximal, è arrivata
grazie a 3D la storia della techno, coi leggendari Derrick May e
Kevin Saunderson in console, oltre a nomi di grande qualità come The
Hacker e Funk D'Void. Il festival catanese Flow.Er ha scelto Marco
Passarani come uno degli headliner, oltre ad invitare il funk
digitale creativo di AD Bourke.

E se ora la grande serata di Italia Wave è alle porte, il futuro
prossimo riserva già soddisfazioni: in ordine cronologico, presentare
la stilizzazioni minimali di Jay Haze e Matt John allo Stay Up
Festival in Sardegna, la drum'n'bass di Goldie al Summerend di
Cimolais (PN), la strabordante genialità digitale di Tim Exile e
Daedelus alla seconda edizione di roBOt nella cornice medievale di
Palazzo Re Enzo a Bologna.

3D infine si caratterizza già come partner di grande importanza nella
prossima edizione del torinese Club To Club, un'edizione che sarà di
rara ricchezza e bellezza: i set ad oggi confermati sono quelli di
Tim Exile, Martyn, Jon Hopkins, Hudson Mohawke, degli astri nascenti
Dorian Concept e Culoe De Song, oltre ad uno intero spazio dedicato
alla label berlinese Ostgut con la presenza di Marcel Dettmann, Shed
e Steffi. Una declinazione di stili a trecentosessanta gradi tra
ricerca, comunicatività, efficacia, visioni proiettate verso il
futuro e al tempo stesso consapevolezza delle radici storiche della
club culture – in pieno stile 3D.


www.myspace.com/dnadancedepartment

www.italiawave.com

www.dnaconcerti.com <http://www.dnaconcerti.com/>
06.47823484 – info@dnaconcerti.com

Post popolari in questo blog

Hollywood Bardolino: dopo l’apertura ecco un’altra novità

Fiftyfive, e l'aperitivo diventa un sogno

Modus Dj, il sound di Milano è funky, house e ricercato