Passa ai contenuti principali

Kevin Dellino: Artisti Uniti Ai Medici per cantare l'inno degli eroi in corsia


Kevin Dellino: Artisti Uniti Ai Medici per cantare l'inno degli eroi in corsia

La 72' edizione del Festival di Sanremo è sempre più vicina. La kermesse della Canzone Italiana, in diretta su Rai Uno dal Teatro Ariston, andrà in onda dal 1º al 5 Febbraio 2022, e sarà condotta, per il terzo anno consecutivo, da Amadeus, in veste anche di direttore artistico. Nelle ultime settimane si è fatto sempre più forte l'appello lanciato da parte del responsabile di un progetto solidale proprio rivolto a lui e che riguarda la richiesta di un omaggio durante l'evento al grande artista Lucio Battisti in occasione del cinquantesimo anniversario de "il mio canto libero". 

Stiamo parlando di Kevin Dellino, (40anni, Bari),  presentatore e autore pugliese con un passato anche da speaker radiofonico ed inviato televisivo di Michele Cucuzza e Stefania Orlando. È lui il responsabile del progetto Artisti Uniti Ai Medici, nato in piena pandemia per sostenere l'importante messaggio di speranza che vede coinvolti oltre 30 artisti nazionali tra cantanti, attori, comici e presentatori cantare l'inno agli eroi in corsia riscritto da Mogol sulle note di questo grande capolavoro della musica italiana. 

Kevin Dellino spiega nel dettaglio la sua nobile iniziativa: "nasce in un momento in cui, come tanti, mi sono sentito perso. Ho voluto rafforzare lo stesso messaggio di speranza che in quel momento mi portava a non abbattermi. Quando il maestro Mogol ha riscritto il Mio Canto Libero ne è diventato inno ai medici. Nel nuovo testo si invita alla prudenza e al rispetto delle regole, e lo fa attraverso una grande emozione. Un messaggio che andrebbe condiviso e rafforzato da chiunque ami la musica e ne comprenda l'importanza al fine di poter superare anche grazie ad essa momenti così complessi della storia dell'essere umano come quello che abbiamo appena vissuto e che purtroppo stiamo ancora vivendo."

Presentatore di eventi da sempre a contatto con lo spettacolo; cosa è significato per te realizzare quest'opera?

"Tantissimo, non solo dal punto di vista artistico ma soprattutto umano. Eravamo tutti improvvisamente come arrestati e ai domiciliari. Non potevo lasciarmi andare ulteriormente allo sconforto. Ho deciso di dedicare la mia quarantena a sostenere gli stessi messaggi che mi portavano a stare meglio e ho cercato di diffondere positività e speranza attraverso quel che meglio so fare, presentando a tutti una canzone di grande successo che diventa manifesto della contemporaneità in cui viviamo."

30 artisti in un Grande Canto Libero giusto? 

"Esatto! Grandi nomi come Viola Valentino, Rosanna Fratello, Stefania Orlando, Marco Armani, Mariangela Argentino, Gianni Drudi, Barbara Cola, Lighea, Haiducii, i Jalisse,  Mauro Coruzzi Platinette, Wanda Fisher, Gatto Panceri, Silvia Querci ma anche i giovanissimi Sonia Mosca, Davide Papasidero, i Desideri, Ida Elena de Razza, con la grande presenza del Maestro Carlo Morelli e le voci del Coro della città di Napoli e tanti altri."


Ci sono state delle difficoltà nella realizzazione di questo progetto?

"Diverse soprattutto tecniche poiché essendo tutti in zona rossa nessuno poteva raggiungere gli studi di registrazione quindi gli stessi artisti hanno dovuto naturalmente realizzare i loro contributi in maniera totalmente casalinga, attraverso i cellulari o la strumentazione che possedevano a casa. Malgrado questo la grande voglia di comunicare, di dare forza, di trasmettere coraggio, ha abbattuto ogni muro e ne è uscito un vero e proprio disco."

Quando e come hai presentato la tua idea ad Amadeus? 

"Inizialmente durante un evento della MMW in cui ero ospite. L'appello è nato spontaneamente durante l'intervista che stavo rilasciando. Successivamente ho provato a contattare Amadeus via social e dopo attraverso il suo ufficio stampa e anche quello della Rai. Ho anche scritto alla redazione del Festival nonché al direttore di RaiUno."

C'è stata risposta dopo il tuo appello? Cosa ti aspettavi?

"Per il momento sono in attesa ma sono fiducioso. Si tratta di una causa troppo importante. Sono certo che se Amadeus valutasse la mia idea la sua risposta sarebbe benevola. È un ottimo direttore artistico e molto attento al valore dell'arte."



/// from ltc lorenzo tiezzi comunicazione /// lorenzotiezzi.it: his res photos & infos /// please check alladiscoteca.com our clubbing blog /// +393393433962 ufficiostampa@lorenzotiezzi.it /// no spam: basta comunicati? rispondici stop (decreto legislativo n. 196/2003) ///



Post popolari in questo blog

Samuele Sartini fa ballare Palermo... e la sua "Love You Seek 2k18 Rework" spinge forte

Samuele Sartini fa ballare Palermo... e la sua "Love You Seek 2k18 Rework" spinge forte Il nuovo anno per il dj producer italiano Samuele Sartini è iniziato sotto i migliori auspici. Il suo nuovo singolo "Love You Seek", un rework 2018 di un brano che oggi valorizza ancora di più la voce splendida di Amanda Wilson, va alla grande. Per presentarlo Samuele è stato ospite a Radio 105, a m2o, a Radio Studio Più e in tante altre situazioni...  "Love You Seek 2k18 Rework" è pure stato utilizzato spesso in tv (Verissimo su Canale 5, etc) ed è top tune of the week 4/2018 di 105 in da Klubb. E non è tutto: ogni settimana da fine gennaio sarà guest pure special guest due volte al mese una radio internazionale importante, Revolution 93.5 FM, che trasmette da Miami.  Il 3 febbraio, infine, Samuele Sartini torna a far ballare la Sicilia. Infatti è dj guest del Carnival Chic Party dello storico Country Club di Palermo, disco in cui si esibisce per la prima volta con il

10/7 per La Milanesiana allo Spazio Teatro No'Hma - Milano una serata dedicata a Joyce

10/7 per La Milanesiana allo Spazio Teatro No'Hma - Milano una serata dedicata a Joyce LA MILANESIANA, ideata e diretta da Elisabetta Sgarbi, in collaborazione con Spazio Teatro No'hma Teresa Pomodoro, presenta una serata dedicata al gigante della letteratura JAMES JOYCE, nell'anno in cui il romanzo "Ulisse" festeggia i 100 anni dalla prima edizione integrale, il 10 luglio allo Spazio Teatro No'hma di Milano (via Orcagna, 2). L'appuntamento si apre con l'introduzione di Elisabetta Sgarbi e il prologo dell'autrice e esperta di letteratura contemporanea Giuliana Bendelli. Segue lo spettacolo di e con Mauro Covacich  (nella foto),"Joyce", a cura di Massimo Navone, produzione Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia. Partendo da un approccio autobiografico, Covacich metterà in luce i tratti umani ed artistici di quello che può essere considerato il primo scrittore performer, un uomo che ha subito quindici operazioni agli occhi e ha dato vita

Mitch B.: ottimi risultati su Beatport per "Strike It Up" e il remix di "Into The Groove"

Mitch B.: ottimi risultati su Beatport per  "Strike It Up" e il remix di  "Into The Groove" Mitch B. , dj producer italiano spesso attivo anche all'estero, anche in questo periodo difficile, continua a produrre musica che raccoglie ottimi risultati in tutto il mondo. La sua "Strike It Up", prodotta con Meters Follow e pubblicata su Jango Music, è attualmente al 14esimo posto della Beatport Hype House Chart. "Strike It Up" è una cover del classico dei Black Box. "E' un forte connubio di piano e groove per creare pura musica House" , racconta Mich B. "E' una canzone fresca, perfetta per ogni primavera" -  Inoltre, il remix che ha realizzato con Gary Caos e Zen di "Into The Groove", prodotta da Joe Vinyle e Relight Orchestra, è al 93esimo posto della Beatport Funky Groove Jackin House Chart.  Mitch B.: photo hi res, media info  http://lorenzotiezzi.it/mitch-b-dj/ Meters Follow ,  MITCH B. DJ  - Strike It Up