Passa ai contenuti principali

Azora Rais racconta i suoi quadri


Azora Rais racconta i suoi quadri

Azora Rais ha tanti diversi talenti ed è da sempre sospesa tra arte e spettacolo. Ci sono le sue canzoni (incluse in compilation importanti come "Dance Planet", "M2o dance compilation", etc), ci sono i suoi libri come scrittrice ("Oroscopo intimo" e tra poco "Tutto per invidia") e c'è la sua consolidata esperienza come modella. Ha posato, tra gli altri, per Bruno Oliviero, fotografo delle dive e pure come playmate per Playboy Italia Special Black Edition (2018). Come se non bastasse, è stata pure attrice in "Distretto di Polizia 4"'.

Ma c'è un altro lato di Azora Rais, ovvero i suoi quadri. Qui potete dare un'occhiata a tre suoi dipinti realizzati ad olio: dall'alto a sinistra in senso orario, "Autoritratto", una foto di Azora, "Lo sviluppo femminile" e "La foresta". "Quando studiavo a Sofia, nella scuola in cui ha studiato anche Re Boris (ex ginnasio maschile "George Rakovski"), ero molto brava in Scienze Umanistiche.", racconta Azora. 

Cosa studiavi allora? 

"Si studiavano pittura, musica, storia e letteratura. Quando realizzavo un quadro, la mia insegnante Sofi Koen rimaneva stupita. Secondo lei i miei quadri erano davvero originali. Non mi sono iscritta all'Accademia di Belle Arti come mi aveva consigliato lei, ma la pittura è rimasta una mia passione. E come in ogni cosa, è importante l'amore con cui fai le cose, non soltanto la tecnica. Un quadro ti deve toccare il cuore, deve essere un punto di vista e non una semplice copia di un soggetto.

Ti ricordi il primo quadro che hai fatto?

Era un vaso di rose. Avevo circa 6 anni, ero in prima elementare. Questo quadro piacque talmente tanto alla mia insegnante che lo esibì davanti a tutta la scuola. Avevo disegnato le rose come dei draghi che avevano una bocca piena di spine. Era semplicemente il modo in cui da bambina vedevo le rose. Quando ci fecero disegnare l'eclissi, io disegnai un sole che sanguinava davanti ad una piccola figura maschile che lo guardava. Qualcuno allora pensò che avevo copiato chissà quale pittore futurista.... ma io nemmeno sapevo che ci fosse un tale movimento pittorico, a quell'età.

Quindi la tua passione per la pittura va avanti fin da quando eri bambina?

Sì. Tutte le nostre passioni iniziano quando siamo bambini o non cominciano mai. Oggi ho l'idea di creare una galleria virtuale senza nomi in modo che la gente possa scegliere un quadro che tocca la loro anima senza farsi influire dal nome del pittore che l'ha dipinto. Tanti comprano un quadro solo perché il pittore va di moda e ha probabilmente un forte gallerista alle spalle. Invece l'arte deve essere una scelta dell'anima, non del portafoglio. L'arte non si compra, si vive.





/// from ltc lorenzo tiezzi comunicazione /// lorenzotiezzi.it: his res photos & infos /// please check alladiscoteca.com our clubbing blog /// +393393433962 ufficiostampa@lorenzotiezzi.it /// no spam: basta comunicati? rispondici stop (decreto legislativo n. 196/2003) ///


Post popolari in questo blog

15/6 Gabry Venus in console con Georgia Mos al Miramare The Palace Resort di Sanremo

15/6 Gabry Venus in console con Georgia Mos al Miramare The Palace Resort di Sanremo Dopo il loro dj set insieme al SALE di Fiumicino (Roma), Gabry Venus e Georgia Mos, due dei dj italiani più attivi anche all'estero, tornano ad esibirsi insieme, questa volta a Sanremo, per Ferragosto 2021. La location è l'esclusivo Miramare The Palace Resort (Corso Matuzia, 9, 18038 Sanremo IM). Georgia Mos e Gabry Venus davvero spesso si esibiscono insieme, l'hanno fatto anche a Miami. Come se non bastasse, "Tan Bueno", come la più recente "Call 911 (feat. Ella Loponte)", Gabry e Georgia le hanno prodotte insieme. Gabry Venus, romano, con una carriera ormai piuttosto lunga alle spalle, è uno dei dj producer italiani più attivi nel mondo per quel che riguarda l'universo della house music. Brani come "Bongo Gongo", "Gold" o "El Bandolero"  escono su label di riferimento come  Hexagon/Spinnin', Sosumi, Hotfingers, Cube Recordings, Oce

Circo Nero Italia: Ferragosto 2021 tra Napoli e Costa Smeralda

Circo Nero Italia: Ferragosto 2021 tra Napoli e Costa Smeralda Circo Nero Italia, la crew di artisti e performer coordinata da Duccio Cantini, si sdoppia e per Ferragosto, domenica 15 agosto 2021, propone due appuntamenti. Il format Circo Nero Classic  prende vita a Napoli, per la precisione a Posillippo, al Rooftop Dinner Riserva. E' un Dinner Show coi fiocchi, con performence acrobatiche, canto, spettacoli di fuoco e cubi volanti... Un inno alla Gioia e all'Allegria di una convivialità ritrovata, con un menu di 5 portate... e fiumi di Champagne.  E che succede invece in Costa Smeralda, sulla spiaggia di Capriccioli, a Vesper Beach sempre per Ferragosto? Un'altra crew Circo Nero Italia mette in scena un altro format, Woodoo. In console i fiorentini Supernova, ormai star internazionali in ambito house e dintorni. Woodoo è un party perfetto per sentirsi almeno selvaggi e pure spirituali. Dal giorno fino alla notte, Woodoo, è un viaggio spirituale nelle emozioni e in quelle s

Komatsu San: "Takeshi Kitano", nuovo singolo hyperpop con 4Sai

Komatsu San: "Takeshi Kitano", nuovo singolo hyperpop con 4Sai L'estate 2021 per Komatsu San è ricca di bei progetti musicali. Dopo "Alchimia" ed il remix "Morfina" di Kayla Trillgore, il primo remix ufficiale ed autorizzato che l'artista bergamasco pubblica, arriva "Takeshi Kitano", un brano decisamente hyperpop ed energico creato in collaborazione con il rapper 4sai. E' una canzone intensa e piena di ritmo ed è già disponibile su Spotify. Komatsu San feat. 4Sai "Takeshi Kitano" https://open.spotify.com/track/3MKmGS8drIp2bT5bLsKNXH?si=58ef2a8cdea84afc E' un momento di grande creatività musicale per l'artista. Il 2021 per Komatsu San era già iniziato a ritmo di musica, come sempre, con un brano in italiano divertente e scatenato come"La bulla di Bollate". La sua carriera è iniziata nell'ormai lontano 2012, quando Komatsu San ha iniziato a far ballare alcuni party a Bergamo, la sua città natale. Nel 2013