​GIOVANNI GALA, vince Sanremo Newtalent nell'hospitality del Festival della Canzone Italiana



Giovanni Gala ha 32 anni, è nato a Napoli, ma attualmente vive tra la provincia di Verona e Vicenza dove si occupa di distribuzione automatica e precedentemente di pasticceria. Lo scorso 10 febbraio è stato premiato vincitore del contest canoro Sanremo NewTalent W2018 a Casa Sanremo   con il brano "Scivola" diventato subito un vero tormentone,  in occasione del famoso Festival della Canzone italiana. Tra i giurati d'eccezione c'erano il maestro e direttore d'orchestra tra i più celebri Vince Tempera, la showgirl conduttrice, recordwoman di telegatti Maria Teresa Ruta e il noto produttore musicale e artistico Roberto Zapp. Il patron nazionale del contest Devis Paganelli ha consegnato il premio personalmente al vincitore che ora conosceremo meglio. 


Come ti sei sentito ad esibirti davanti ad una giuria così importante?
Mi sono sentito onorato, perchè sono persone di spettacolo e maestri della musica. Ero teso, ma allo stesso tempo contento, perchè mi sono reso conto che è un concorso serio e gestito da persone competenti, rispetto a molti altri improvvisati.

Cosa pensi abbia colpito di te?
Sicuramente non il mio modo di muovermi sul palco. Sono un salame. - scherza Giovanni - Penso sia stato il pezzo che ho portato, la mia timbrica e il connubio tra musica e voce.

Cosa hai provato nel sapere di essere tu il vincitore?
E' stato strano, una scarica di adrenalina. Mentre eleggevano i vincitori delle varie categorie, nella testa già pensavo al post da pubblicare su facebook "è stato bello comunque, grazie a tutti", sono pessimista quindi quando il conduttore, Gianluca Nasi, mi ha chiamato sul palco non ci potevo credere, ero scioccato.

Di cosa parla il brano con il quale ti sei esibito? 
Parla di farsi scivolare un po' addosso le cose pesanti della vita, di lasciarsi andare e vivere senza pensieri. Provare liberamente le emozioni e e concentrarsi sulle cose belle.

Come ti sei appassionato alla musica?
Sono appassionato alla musica sin da piccolo. Suono il pianoforte, la chitarra e il basso elettrico, infatti a scuola di musica ero tricorsista. La prima canzone l'ho scritta a 14 anni. Essendo una persona timida, per esprimere le mie emozioni, l'ho faccio tramite la musica.

Come nascono i tuoi testi? 
Quando sento la necessità di esternare qualcosa in particolare, butto fuori il testo. A volte mi alzo anche di notte. I miei testi parlano del rapporto con mio papà o di alcuni aspetti del mio carattere.


Quali sono le tue aspettative future?
La mia più grande soddisfazione sarebbe riuscire a far conoscere alle persone i miei sentimenti, perchè le canzoni che ho scritto sono lo specchio di ciò che ho io dentro. Sapere che qualcuno ascolta i miei testi e di immedesima, per me è il traguardo più grande. Mi piacerebbe ovviamente vivere di musica.

Con chi ti piacerebbe collaborare?
Mi piacerebbe collaborare con Fabri Fibra, perchè a mio parere è una persona vera e coerente con i suoi testi. Lo considero una persona molto intelligente. Un'altra artista è sicuramente Francesca Michielin, perchè mi piace molto come cantante.

Perchè le persone dovrebbero ascoltarti?
Domanda da un milione di dollari! Perchè mi piacerebbe riconoscessero la mia timbrica e il mio modo di cantare. Poi, per i miei testi e la loro orecchiabilità. Sono testi leggeri, in quanto non uso molte rime essendo abbastanza libero come scrittore.

Sono aperte le iscrizioni gratuite per la prossima edizione di Sanremo Newtalent : www.sanremonewtalent.com


Post popolari in questo blog

Hollywood Bardolino: dopo l’apertura ecco un’altra novità

27/01 Deejay Time @ Cromie - Castellaneta Marina (TA)

Fiftyfive, e l'aperitivo diventa un sogno